Powered by Blogger.

Come affrontare una scelta sbagliata

by - settembre 20, 2019




Fin da piccoli ci viene insegnato che nella vita bisogna scegliere.
Scegliere le amicizie giuste.
Scegliere bene o male.
Scegliere cosa fare nella vita in una scala più generale.
Scegliere è sinonimo di decidere. Quindi è un'azione dettata dalla nostra volontà. E' nella nostra sfera di potere. Possiamo scegliere come andrà. Non ci viene imposto. Non ci viene ordinato. Abbiamo la libertà di scrivere i capitoli della nostra storia.

COME PRENDERE LA GIUSTA DECISIONE


Non c'è una legge universale, altrimenti non esisterebbero scelte sbagliate e relative conseguenze. Portando in realtà il concetto di scelta su un livello più filosofico che pratico.

Nel mio piccolo, dopo innumerevoli scelte sbagliate e tentativi di risollevarmi, ho studiato un metodo relativamente semplice: studiare la situazione sotto ogni punto di vista ed essere preparata a più scenari possibili.

1. Fare una lista pro - contro è sempre utile. Capire infatti tutti gli aspetti delle possibilità che si hanno davanti è fondamentale per prendere una decisione ragionata.

2. Non aver paura di chiedere aiuto. Con questo non intendo lasciare che il giudizio di qualcuno vi influenzi a tal punto da non avere più potere decisionale sulla VOSTRA vita.

3. Affrontare le possibilità dal punto di vista pratico prima ed emotivo poi. La componente emotiva c'è sempre. Specialmente se siete molto attaccate al concetto di famiglia come me. Spesso diventa uno dei fattori da considerare nella lista dei pro e contro.

4. Non lasciate che la vita amorosa possa interferire con le vostre scelte.

5. Ricordate sempre che anche alzarsi dal letto la mattina è una scelta! Potreste scegliere di poltrire tutto il giorno accettandone le conseguenze.

6. Valutate e accettate le conseguenze delle vostre scelte. E' un po' come i contratti delle forniture vanno accettate delle condizioni. Le conseguenze sono le vostre condizioni.

IL PASSO FALSO QUANDO SI VALUTANO LE POSSIBILITA'


Lasciare che qualcun altro decida per noi. Lasciare infatti che una persona decida se dobbiamo scegliere una strada invece di un'altra è l'unica cosa da cui non si torna indietro. Si entra in una spirale che può portare anche a gravi problemi di autostima, di impotenza difronte alle situazioni, di stati d'ansia e infine depressione. Accettare i consigli si, ma pensare con il proprio cervello SEMPRE!

HO FATTO UNA SCELTA SBAGLIATA, ORA COME RIMEDIO?


Prima di tutto la scelta è stata fatta da te o da altri per te? E' una delle prime domande che dovresti porti. Se la risposta è la prima c'è soluzione se la risposta la strada è più lunga e tortuosa ma si trova rimedio a tutto.

Se la scelta sbagliata è stata fatta da te sia che sia stata fatta in un momento di follia o sezionando minuziosamente ogni aspetto di ogni possibilità, c'è rimedio per la maggior parte.

Scava affondo e capisci perché la decisione che hai preso è sbagliata per te, ragiona sul perché l'hai fatta e la soluzione potrebbe arrivare istantaneamente.

Infatti, se hai valutato pro e contro e le conseguenze delle tue decisioni, probabilmente sai già come affrontare la cosa. Se al contrario è stata una decisione affrettata, non ragionata, impulsiva tranquilli c'è soluzione. C'è sempre una soluzione. In base alla gravità della scelta la strada da percorrere sarà più o meno ripida ma ci si arriva. Con calma, pazienza e tanta, tanta umiltà si risolvono anche le situazioni più spinose. Posso parlare per esperienza.

Se sono stati altri a scegliere per te sarà più difficile scrollarsi di dosso la sensazione di impotenza e prigionia dovuta alla mancanza di possibilità di scelta. Un modo per andare avanti sarebbe rassegnarsi e continuare a vivere una vita scandita da altri. Sarebbe sicuramente la soluzione meno impegnativa dal punto di vista fisico ed emotivo. Ma non credo sia così che vuoi vivere la tua vita, altrimenti non staresti leggendo questo mio post. Quindi rimboccati le maniche e lavora su di te. Capisci cosa vuoi dalla vita e cosa puoi raggiungere, poi mira un gradino più in alto. Se c'è qualcosa che ti ferma cerca di capire cos'è: paura? soldi? intraprendenza? autostima? Una volta capito il problema si trova la soluzione. Usa i punti che ho elencato e lavora sodo per uscire dalla tua situazione di stallo. Non riesci a trovare la tua strada? Chiedi aiuto alle persone che a te ci tengono (veramente) o in alternativa prendi appuntamento da un terapista. Fanno miracoli quando ti trovi in situazioni dove tutto quello che provi è impotenza. Come direbbe mia nonna "passin passetto", è un modo per dire con calma risolviamo tutto.

Chiedere aiuto non è segno di debolezza è segno di maturità e intelligenza! Se ne hai bisogno, chiedi e qualcuno verrà in aiuto.

Love,
Ana 💖

You May Also Like

0 commenti