Powered by Blogger.

Le 3 cose che devi sapere prima di andare paperless

by - ottobre 08, 2019



Con la tecnologia che avanza la carta stampata sta andando sempre più nel dimenticatoio. Le notizie vengono lette direttamente sullo smartphone. Le grandi case editoriali propongono abbonamenti digitali per riviste. Gli ebook oramai sono vecchia notizia, oggi esistono gli audiobook.

COME TENERE IL PASSO IN UN MODO TECNOLOGICO SEMPRE IN EVOLUZIONE


È in realtà molto semplice: informazione e mente aperta alle novità. Bisogna capire esattamente cosa ci serve nella vita di tutti i giorni per poter comprare l’apparecchio più adatto alle nostre esigenze. Non tutti i dispositivi elettronici sono uguali, così come non tutte le marche sono uguali. Bisogna tener conto dei pro e dei contro di ogni brand e valutare attentamente le recensioni dei prodotti. Leggete tra le righe “non fate come me che ho comprato il Microsoft Surface Pro 4 a scatola chiusa e poi mi sono trovata con un problema di fabbrica ben noto”, ne ho parlato nel mio post sul Samsung Galaxy Tab S4. Le offerte delle grandi catene come Mediaworld per intenderci, sono il vostro miglior alleato ma prima di passare all’attacco è bene confrontare i prezzi anche su siti come trovaprezzi dove confrontano i prezzi per voi e vi dicono qual è il prezzo più basso per l’articolo che state cercando.

L’ASSISTENZA È UN FATTORE DA CONSIDERARE. BENE.


Una delle cose in cui la Apple eccelle. Dove vai vai, c’è sempre una clinica IPhone, che poi indica tutto il pacchetto Apple in realtà, certificata ed approvata che rende l’esperienza Apple molto meno problematica. I prezzi possono essere alti quando porti a sistemare il tuo Macbook Pro, specialmente se hai avuto la fortuna di prendere l’unico modello con il difetto della scheda grafica… e si sono proprio fortunata! 😑

Vorrei parlarvi anche dell’assistenza Samsung ma non ho nessuna esperienza a riguardo perché non ho davvero mai avuto problemi di alcun tipo. Giusto per farvi capire, compro telefoni Samsung dal 2001, ossia quasi da sempre per me, e non ho mai avuto problemi. Alcuni amici hanno avuto esperienze differenti ed hanno dovuto mandare il loro smartphone in assistenza ma si sono trovati bene pur non avendo un negozio fisico in cui andare.

Per quel che riguarda invece l’assistenza Microsoft si sono fatti in quattro per aiutarmi quando ho avuto il problema dello sfarfallio del monitor. Davvero. Sono stati chiari e veloci nell’avviare la pratica di sostituzione dell’apparecchio difettoso. Purtroppo non è stato sufficiente ed ho dovuto lasciare il mio amato Surface Pro 4 (sono arrivati al 6 per intenderci…sono certa che abbiano risolto il problema).

Al momento ho provato solo dispositivi di queste case, quindi non posso esprimermi su altre. Se qualcuno ha avuto esperienze negative o esperienze con altre marche è libero di lasciare un commento sotto al post 😉

QUALI SONO GLI STRUMENTI INDISPENSABILI PER UNA COMPLETA DIGITALIZZAZIONE


Ancora non siamo in grado di vivere completamente in digitale, ma ci stiamo arrivando.

1.     Un laptop. Badate bene che ho scritto laptop e non desktop per un motivo particolare, non perché fa fashion. Avere un desktop è utile, si certo. Schermo più grande, non si scarica e spesso ha più potenza di un laptop medio. Credo però che un portatile sia più utile rispetto ad un desktop. Nulla vieta averli entrambi.

2.     Un tablet con stylus. Io uso al momento il Samsung Galaxy S4, è uscito il nuovo modello S6 più potente. È ottimo per prendere appunti di qualsiasi genere senza perdere la capacità fisica del saper scrivere. Mi spiego meglio. Avere un tablet dove si può digitare soltanto è come uno smartphone, semplicemente più grande. Quindi perché prendere un tablet quando posso usare tranquillamente il mio telefono? Solo per lo schermo più grande? Non mi sembra una buona ragione. Se non ci fossero alternative e tra i prezzi di un tablet con stylus e uno senza ci fosse una differenza considerevole lo potrei capire. Non c’è tutto questo divario, specialmente se non si acquista l’ultimo modello uscito.

3.     Uno smartphone. L’ho messo per ultimo perché la maggior parte di chi legge questo post lo ha già.


Altri dispositivi che possono essere utili sono:

-       Un ebook reader. Ha una speciale tecnologia che rende lo schermo simile alla pagina stampata e non affatica gli occhi. In un cosino grande quanto un portafoglio puoi avere una biblioteca a portata di mano. Io ho un vecchio modello della Sony, il modello PRS-T3 e ancora non sento la necessita di prendere uno nuovo.
-       Auricolari wireless. Incluse negli ultimi modelli di smatphone, sono utili per non disturbare le persone che ci circondano al momento.
-       Un HDD per il backup di tutti i dati o un ottimo servizio cloud online.

QUALI SONO GLI ASPETTI DELLA VITA CHE POSSO PASSARE IN DIGITALE

Sicuramente le fatture. Non so voi ma io mi ritrovo sempre con qualche fattura persa a fine mese. Ho risolto il problema facendo una cartella nel cloud google, in dotazione con qualsiasi account gmail necessario tra l’altro per sfruttare il sistema android su tablet e smartphone. Le fatture che arrivano cartacee le fotografo e con un software tipo Fast Scanner : Free PDF Scan le converto in file pdf e carico direttamente su Google Drive dall’app. Per quelle che arrivano invece direttamente nella mail in formato pdf semplicemente le salvo nella cartella dedicata. Il sistema è davvero semplice e immensamente meno caotico.
Altro aspetto che si può traferire in digitale è il planner. Per gli amanti del classico planner con tanto di stickers e penne colorate, non disperate c’è la possibilità di fare le stesse cose con un planner digitale. Per chi è più orientato verso un approccio più essenziale il calendario in dotazione con qualsiasi sistema operativo del vostro telefono sarà più che sufficiente. Io per esempio uso Google Calendar e mi trovo molto bene. Ho un mio sistema visivo per capire alla prima occhiata se la giornata richiede makeup, o un abbigliamento particolare così come se devo ricordarmi di portare qualcosa con me (regali, portatile, ombrello, cambio di scarpe etc…).

Per le interessate al digital planning più avanti farò un post su dove trovare digital planner pronti, stickers e quale app usare per Android. 😉

Altro aspetto da non sottovalutare per chi va all’università (e non solo) è la possibilità di avere tutti gli appunti sincronizzati sul cloud e non perderli MAI! Con il vantaggio di poter passare da un quaderno all’altro senza dover portare tutto quel peso sulle spalle. Basterà un tablet con stylus e un notebook e tutto quello che ci può servire è lì 😉

Io sto cercando di andare paperless, il processo e lungo ma per ora credo di essere su una buona strada. Te? Vuoi andare paperless, ossia eliminare la carta dalla tua vita? Lascia un commento sotto e dimmi cosa ne pensi 😘

Love,
Ana 💖

You May Also Like

0 commenti